Capodanno a Roma: come festeggiare il 2020 nella Capitale

Natale con i tuoi ,Capodanno con chi vuoi.

Questo il detto popolare che circola in questo periodo per mettersi d’accordo tra parenti ed amici in base a come festeggiare l’attesissimo arrivo del nuovo anno.

Se non avete idee potete decidere di festeggiare nella Capitale in modo del tutto convenzionale con eventi all’aperto in grado di stuzzicare il vostro divertimento e farvi brindare e ballare in totale armonia in compagnia di amici e non solo.
Ma nella notte di San Silvestro non si allestiscono solo ed esclusivamente eventi in piazza ma anche in differenti zone per dare il modo a tutti di festeggiare in qualsiasi parte della cittá.

Gli eventi non finiscono qui

perché per la notte di San Silvestro le tradizioni si mescolano tra culinarie e teatrali per regalare tantissime emozioni.
Il cenone si svolgerá in differenti location e con differenti menù in base a dove si sceglie di trascorrerlo per avere ampia scelta.

Ecco dunque cosa fare e dove a Roma nella sera che scandisce le ultime ore per l’arrivo del Nuovo Anno.

Nella Capitale il cenone si svolge con differenti tipologie di piatti che si preparano in cittá .

Per quanto concerne gli antipasti si é soliti preparare crostate e torte salate con ripieno di differenti condimenti come quello ricotta e spinaci solo per fare un piccolo esempio ,oppure si opta per antipasti di mare come misto fritto.

Per i primi invece si va dalle classiche crespelle ed al risotto di scampi per poi passare ai famosissimi cannelloni fatti con condimenti di mare o di verdure .

Per i secondi piatti,si festeggia o con sapori decisi come quello del Gallo fatto in differenti varianti e dalla frittura di differenti alimenti quali verdura e pesce.

Ma per un cenone di Capodanno che si rispetti,é giusto optare per un classico intramontabile come il cotechino con le lenticchie segno di buon auscipio per l’anno che verrà.

Si concluderà in bellezza

con il dolce che varierá in base ai gusti con differenti ciambelle preparate in casa o con le millefoglie ma se non si gradiscono questi,si puó optare per qualsiasi altro dolce.

Alla fine di qualsiasi cenone é possibile concludere la serata giocando a carte e a tombola o altri differenti giochi e guardando la tv con i suoi vastissimi programmi natalizi che spaziano dai celebri classici film di Natale fino all’ intrattenimento come quello che offrono gli show trasmessi dalle piazze centrali di differenti cittá italiani con ospiti italiani ed internazionali che vi terranno compagnia,consumando nel mentre frutta secca come semi di zucca,nocciole ,ceci secchi o frutta come quella di stagione per fare un piccolo esempio il mandarino.

Non puó mancate infine

un brindisi al nuovissimo anno che busserà allo scoccare della mezzanotte nelle vostre porte e chissà quali emozioni o quali aspetti vi regalerà.

Per non far mancare nulla nella notte del nuovo anno è bene mangiare un cucchiaio di lenticchie ognuno ,per un segno di buona fortuna,sempre secondo tradizioni popolari diffuse in Italia.
L’importanza del Capodanno non è in base a dove lo si passa ma è un sincero augurio di fortuna e serenità da fare a chi lo condivide con voi e non. Scegliete al meglio come passare il vostro Capodanno e godetevi il vostro 2020 al meglio.

Sopracciglia tatuate: dove e come farle

L’arcata sopraccigliare influenza notevolmente l’espressione del volto ed è per questo necessario prendersene costantemente cura. Tuttavia, eseguire ogni giorni depilazione e definizione delle proprie sopracciglia può essere una pratica stancante che può portare via molto tempo. Ma oggi, l’uso di metodi tradizionali come pinzette o matite può essere sostituito dalla tecnica del tatuaggio, una pratica sempre più diffusa grazie ai numerosi vantaggi che offre.

Come è possibile vedere sul sito www.truccopermanente.it, questa tecnica consente di ottenere sopracciglia adatte al proprio viso attraverso un trattamento semplice ma particolarmente efficace.

Ci sono principalmente due tecniche per effettuare il tatuaggio: una basata su un tatuaggio tradizione, che non garantisce però un effetto naturale, mentre l’altra è la cosiddetta dermo-micro-pigmentazione, detta anche tatuaggio ad effetto pelo, che può dare invece risultati più naturali.
In seguito andremo a vedere come funziona il trattamento e per chi è adatto, valutando anche costi e vantaggi.

Per chi sono adatte le sopracciglia tatuate

Le sopracciglia tatuate sono particolarmente adatte a tutti coloro che hanno bisogno di una ricostruzione dell’arcata sopraccigliare che risulta essere danneggiata da alopecia, crescita insufficiente e diradamento.
Tuttavia, può essere adottata anche da chi semplicemente vuole migliorare il proprio sguardo facendolo diventare attraente e affascinante.

Come funziona il trattamento

Le sopracciglia tatuate ad effetto pelo fanno parte della categoria del trucco permanente. Nello specifico la tecnica utilizza la dermopigmentanzione, ovvero la pigmentazione della pelle e della mucosa, effettuata tramite dei sottilissimi aghi da tatuaggio e inchiostri specifici. I pigmenti sono iniettati nella pelle e sono assorbiti dal corpo in circa 12 mesi. Tuttavia è necessario utilizzare solo colori bioassorbibili, non solo per evitare modificazione del colore negli anni ma anche per effettuare correzioni o ripigmentazioni.

Il tatuaggio in questione è molto differente dai normali tatuaggi. Quest’ultimi infatti entrano negli strati inferiori della pelle e possono essere rimossi solo con laser mentre nel caso del tatuaggio delle sopracciglia, pur essendo duraturo, non è definitivo, e dopo un determinato periodo viene assorbito dalla pelle.

Come si esegue il trattamento

Dopo essersi rivolti all’estetista ed aver effettuato la depilazione (non effettuata completamente per non rischiare di eliminare la tridimensionalità) e la definizione dell’arcata sopraccigliare, l’estetista presenterà la bozza del tatuaggio da valutare.

In seguito si effettuerà la micropigmentazione dei micro peli. Probabilmente in questa fase verrà somministrato un leggero anestetico per ridurre il dolore.

Si inizierà con una pulizia della zona che sarà pigmentata, per poi procedere con la colorazione di piccoli tratti che definiranno il disegno attraverso il dermografo per viso e gli aghi. Dopo due mesi dal trattamento, è necessario ripassare il colore, che dovrà poi essere ripassato almeno una volta all’anno.

Dove fare il trattamento e costi

Per questo tipo di interventi è necessario l’aiuto di esperti ed è quindi necessario cercare saloni estetici affidabili oppure è rivolgersi direttamente a centri specializzati.

Il trattamento delle sopracciglia tatuate può avere costi differenti a seconda di vari fattori come il tipo di intervento, la qualità del centro estetico e il grado di professionalità di chi effettuerà il trattamento.

Inoltre il costo può dipendere molto anche dalla tecnologia utilizzata. Ad esempio, strumenti come i dermografi ad alta precisione, usati anche nella tricopigmentazione, possono sicuramente contribuire ad aumentare il prezzo.

In media la cifra si aggira intorno ai 300/500 euro che possono aumentare se ci si rivolge a centri specializzati (circa 600/800 euro). Il costo per il ritocco a distanza dalla prima seduta si aggira invece attorno ai 150 euro circa mentre per il controllo annuale e la ribattuta del colore di solito viene richiesto circa il 50% rispetto al prezzo iniziale.

Benefici delle sopracciglia tatuate

Le sopracciglia tatuate consentono di abbandonare per almeno 1 anno i metodi classici per la depilazione e la definizione delle sopracciglia. Inoltre il trattamento è capace di resistere al sole, al sudore o all’acqua di mare o di piscina.

Tuttavia, un intervento eseguito in maniera poco oculata rischia di far risultare le sopracciglia poco naturali, per questo motivo è fondamentale affidarsi a professionisti che garantiscono una buona riuscita dell’intervento, anche per evitare di incorrere in allergie o infezioni (molto frequenti nei casi di make-up indelebile). Inoltre bisogna sapere che si tratta comunque di un intervento che può risultare doloroso.

Conclusioni

Dopo aver effettuato il trattamento è fondamentale non utilizzare detergenti aggressivi e idratare la zona con crema idratante per almeno 15 giorni. Come abbiamo visto, la tecnica del tatuaggio ad effetto pelo può rappresentare un modo efficace per ottenere sopracciglia che risultano essere il più naturale possibile, un modo semplice ed efficiente per risparmiare tempo e fatica.

Quali sono i migliori corsi di microblading al momento?

Il microblanding non è altro che un’innovativa tecnica estetica di pigmentazione dell’epidermide.

Essa si presenta simile ai comuni tatuaggi e consente di ottenere una forma, un disegno, un colore e un effetto reale.

Viene, inoltre, effettuata con dei piccoli tocchi per realizzare delle micro incisioni nella pelle allo scopo di inserire un pigmento: sarà proprio quest’ultimo a tracciare i singoli peli così da disegnare il sopracciglio con una precisione superiore rispetto a quella tipica di un tatuaggio.

In più, in prossimità dei peli stessi viene creato un ulteriore effetto ombra così da renderli tridimensionali.

Nonostante le notevoli differenze, la tecnica del microblading e i tatuaggi vengono ancora confusi.

In ogni caso, mentre la prima prevede l’uso di uno strumento simile ad una penna contraddistinta da aghi monouso che disegnano i peli, il secondo si basa sull’introduzione meccanica dei pigmenti con l’aiuto di un ago nello strato più profondo del derma.

Microblading: l’importanza di affidarsi a mani esperte

Il Microblading può essere definito un vero e proprio tatuaggio semipermanente alle sopracciglia.

Tale tecnica, nello specifico, offre l’opportunità a chi si sottopone a tale tipo di trattamento di averle sempre in ordine.

Le sopracciglia, infatti, rappresentano un elemento importante del viso di ognuno in quanto ne definiscono i tratti fondamentali in maniera evidente.

Non essendo un vero e proprio tatuaggio permanente la sua durata risulta essere, ovviamente, limitata nel tempo: per questo motivo diviene necessario procedere a uno o pù ritocchi in considerazione del colore della propria pelle e della tipologia di pigmento utilizzato.

In ogni caso, si ricorre a questo trattamento allo scopo di vedere il proprio sguardo cambiare perché magari si possiedono delle sopracciglia rad, con buchi e poco folte.

Il tratto disegnato andrà ad armonizzare anche la linea delle stesse mutando significativamente l’architettura del viso.

Alla luce di ciò, dunque, è necessario affidarsi sempre a mani esperte qualora si decidesse di sottoporsi ad una seduta di microblanding.

Gli operatori qualificati, in particolare, saranno a disposizione del cliente per offrirgli un’accurata consulenza ed un servizio eccellente.

Ad esempio, i servizi offerti da www.jurgitajasiunaite.com consentiranno si prestano a ricoprire un ruolo rilevante nella formazione di specialisti del settore: quindi, solo dopo aver frequentato un apposito corso ed essersi specializzati si sarà capaci di soddisfare le esigenze dei clienti.

Perché preferire la tecnica del microblanding ai tatuaggi

La tecnica del microblanding si rivela l’ideale per tutte coloro che desiderano delle sopracciglia folte e scolpite.

Essa, infatti, offre l’opportunità di notare in esse più volume.

Una volta aver scelto la forma preferita con l’aiuto di un disegno di prova, bisogna preparare la pelle al meglio idratandola oltre che adottare una serie di piccoli accorgimenti: ad esempio occorre evitare di ingerire aspirine, di esporsi al sole, di entrare in piscina, nelle saune e nei bagni turchi.

In considerazione di ciò, dunque, è consigliabile sottoporvisi soprattutto durante il periodo invernale.

Viso e Ossigeno Terapia: i vantaggi di questo trattamento

Il trattamento del viso è uno dei servizi maggiormente offerti presso tutti i centri benessere.

Avere cura della texture del proprio viso è un’operazione fondamentale da svolgere, e affinché ciò avvenga nel miglior modo possibile è necessario fare affidamento alla competenza di attenti professionisti del settore.

Uno dei trattamenti maggiormente in voga nell’ultimo periodo è l’ossidenoterapia.

Questo trattamento offre diversi benefici alla cute, consentendole di vantare di un aspetto più fresco e ringiovanito sin dal primo trattamento. Uno dei segreti per donare un aspetto levigato alla propria pelle, è idratarla con i prodotti migliori.

Ma l’idratazione non è l’unica soluzione per donare un bell’aspetto alla pelle del viso. Affinché essa sia liscia e giovane, è importante utilizzare su di essa i giusti strumenti, e servirsi delle migliori tecniche in circolazione.

Non tutti i centri benessere però, offrono ai propri clienti simili possibilità; per questo motivo è necessario informarsi anticipatamente su quali trattamenti sia in grado di proporre l’istituto di bellezza scelto.

L’ossigeno terapia è un trattamento innovativo per la cura della pelle del viso, che viene effettuato grazie ad uno specifico macchinario.

Esso è un trattamento rigenerante, indicato sopratutto per coloro che necessitano di una pulizia purificante del viso, in seguito a momenti di forte stress.

Tra i maggiori vantaggi promessi da questo singolare trattamento, si registra un notevole miglioramento della qualità della pelle.

Il macchinario utilizzato è accuratamente realizzato per rilasciare ossigeno iperbarico; grazie ad esso viene rilasciato un getto d’aria che crea delle piccole bolle venendo a contatto con la superficie cutanea.

In queste bollicine si concentra l’ossigeno rilasciato dal macchinario, che penetra in profondità nello strato superficiale della pelle. L’azione benefica di questo trattamento è restituita dall’utilizzo di un siero specifico combinato all’azione del macchinario.

Ciascun siero viene scelto in base al risultato che si vuole restituire alla cute.

Tra i maggiori sieri utilizzati in questo trattamento, vi è l’utilizzo di prodotti antiossidanti, rimpolpanti, rigeneranti, e purificanti

Se si è nei pressi di Roma e si è alla ricerca di un valido centro Estetico in grado di restituire trattamenti di prima qualità ai suoi clienti, il Centro estetico Indaco è la soluzione perfetta.

In questa struttura specializzata è possibile usufruire dei servizi attenti di un equipe di professionisti, che si preoccupano del benessere dei propri clienti.

Sul sito del centro benessere è possibile osservare tutti i trattamenti svolti dall’equipe specializzata; nella sezione trattamenti viso è possibile reperire le informazioni necessarie per restituire alla cute un aspetto fresco e rinvigorito.

Qualsiasi sia l’esigenza del cliente, il centro benessere sarà in grado di rispondere utilizzando tecniche accuratamente studiate, applicate mediante l’utilizzo di appositi macchinari, come quello per l’ossigeno terapia.

Un simile trattamento è un vero e proprio must have nel settore della cura della bellezza; esso è in grado di restituire una texture ringiovanita sin dalla prima applicazione.

Tra i vantaggi di questo trattamento vi sono: una pulizia approfondita della superficie cutanea, combinata ad una progressiva azione di specifici sieri rivitalizzanti.

Quanto costa cambiare una serratura a Roma?

I motivi per cambiare una serratura possono essere svariati: ad esempio, capita con una notevole frequenza che una serratura debba essere sostituita in seguito alla perdita delle chiavi da parte di uno degli abitanti della casa o dei frequentatori di un ambiente utilizzato ad uso industriale o commerciale. Al contrario,uno dei casi che si verifica fortunatamente più di rado è da collegarsi ad un eventuale tentativo di irruzione. La buona notizia è che in genere si tratta di lavori molto veloci che, se svolti da un professionista capace, consentono di tornare a sentirsi sicuri all’interno del proprio ambiente.

Il costo dell’operazione di cambio serratura dipende molto dal tipo di struttura stessa montata sulla porta. Se una porta con serratura di tipo tradizionale il costo può essere irrisorio, per coloro che utilizzano una serratura di tipo blindato, il costo per di sostituire l’impianto può presentare dei costi più impegnativi. Ciò non dovrebbe però portare a rimandare l’operazione di sostituzione, in quanto sentirsi protetti nella propria casa rappresenta infatti un aspetto fondamentale del benessere della vita quotidiana.

È importante infatti procedere con la sostituzione ogni qual volta si percepisce che la serratura è divenuta obsoleta. Nel caso di una porta tradizionale, questo tipo di lavoro può essere affidato al proprio fabbro di fiducia e generalmente svolto in un paio d’ore. Se l’operazione non presenta carattere d’urgenza, può essere utile pianificarla, evitando di farlo sotto necessità. Questo perché, anche il più banale lavoro di sostituzione può corrispondere ad una maggiorazione nel caso in cui sia richiesto di operare in giorni festivi oppure ad orari non lavorativi, come nel weekend oppure dopo le 20:00. Per una porta non blindata, il costo può partire in genere da poche decine di Euro più manodopera, fino ad arrivare a qualche centinaio di Euro nel caso in cui sia da comprendersi una maggiorazione. Le serrature blindate presentano costi sicuramente superiori, che possono variare di molto a seconda del tipo di intervento richiesto. Ad esempio, se la porta blindata monta una serratura di vecchia generazione, è probabile che la struttura sia di quelle a doppia mappa.

In questo caso è assolutamente consigliabile sostituire del tutto la serratura con un nuovo impianto, in quanto si tratta di un modello decisamente datato e non in grado di garantire un buon livello di sicurezza. Per quest’operazione il costo da mettere in preventivo può arrivare ad aggirarsi circa sui quattrocento Euro, poiché richiede la sostituzione totale della serratura. Invece, nel caso in cui la serratura blindata sia di nuova generazione e monti un cilindro europeo di sicurezza, quest’ultimo può essere sostituito con maggiore facilità. Questo tipo di lavoro comporta un costo di qualche decina di Euro, perché non richiede che venga smontata l’intera struttura. In definitiva, un buon fabbro saprà essere trasparente e a disposizione dei propri clienti, per venire incontro alle loro necessità di sicurezza. Per coloro che sono alla ricerca di un partner affidabile per i propri cambi di serratura, consultando il sito fabbro-roma.me si possono trovare i molti servizi offerti da un’azienda affidabile nella zona della capitale e provincia.

A cosa serve la calza antitrombo

Le calze antitrombo o antitrombosi sono particolari tipi di indumenti elastici utilizzati durante i decorsi post operatori o nei pazienti che soffrono di problemi circolatori. Esse sono formate da una maglia elastica mirata ad esercitare pressione sulla gamba dal basso verso l’alto: il compito di queste calze è infatti quello di favorire una corretta circolazione venosa del sangue, dalle gambe verso il cuore. Per questo motivo vi sarà esercitata una pressione maggiore nella parte più bassa della calza, in prossimità del piede e della caviglia, per poi allentarsi gradualmente verso il ginocchio, in modo da favorire la giusta risalita del sangue.

Le calze antitrombo sono particolarmente indicate nei pazienti che hanno subito interventi di media e lunga durata e per i quali è previsto un allettamento di recupero, come nel caso delle operazioni di protesizzazione del ginocchio e dell’anca, ma anche dopo operazioni alla prostata o dopo aver conseguito un parto cesareo. Come si deduce dal loro nome, esse concorrono a ridurre il rischio di formazione di trombi nel sangue, ovvero di coaguli di globuli bianchi, rossi e piastrine, i quali spesso insorgono nei periodi di scarsa attività fisica. Quando infatti un paziente è allettato, il sangue si rallenta in velocità e si addensa, rappresentando così un pericolo di infarto o ictus.

Esistono in commercio vari tipi di calze antitrombo, dal semplice gambaletto, ai monocollant, fino alle autoreggenti, sicuramente le più diffuse. Esse sono dotate di un elastico in silicone posizionato all’estremità superiore, il quale consente alla calza di aderire perfettamente alla gamba, senza creare fastidio. I monocollant non sono invece dotati della banda siliconata, ma arrivano più in alto e prevedono una fascia da allacciare in vita per evitare di far scendere la calza. Tutte le varie tipologie hanno la funzione di aumentare la velocità del sangue e rappresentano dei veri e propri presidi medici progettati e studiati per curare e prevenire possibili patologie attraverso la graduale pressione esercitata sulle pareti delle vene.

Le calze antitrombo aiutano infatti anche a combattere la formazione di vene varicose e il senso di congestione e di pesantezza che ne deriva; prevenire e curare le vene varicose fino dai primi segnali d’allarme con apposite calze sarà da ritenersi doveroso per evitare di insorgere in complicanze come l’insufficienza venosa e, in casi ancora più gravi, ulcerazione della gamba e tromboflebite. Esistono vari tipi di calze antitrombosi, classificate in base al grado di compressione, da leggera a moderata, fino a molto forte, a seconda delle esigenze. Nelle loro forme più leggere, esse possono rappresentare un valido aiuto anche per le persone giovani, che magari svolgono una professione che costringe a stare molte ore seduti. In questi casi, le calze esercitano un’azione riposante ed effettuano come dei piccoli massaggi stimolanti, studiati per preservare una corretta circolazione.

Realizzate con materiali di qualità ed antiallergici, le calze antitrombo contengono speciali filati morbidi, offrono il massimo grado di igiene e sono facili da indossare anche nei casi più critici, come dopo essersi sottoposti ad un intervento chirurgico di media o alta entità. Sul sito web www.sanort.com possono essere visualizzate tutte le varie tipologie di modelli in commercio.

Calcolo valore di un immobile: ecco come fare

Prima di fare il grande passo, quindi acquistare o vendere casa, è bene conoscere lo stato del mercato ed attendere il momento giusto, oltre a imparare come stabilire il prezzo. Ma come si calcola esattamente il valore di un immobile?

Online è possibile trovare molti siti come il servizio offerto da geometraantoniomassari.it che consentono il calcolo del valore di un immobile.

Queste valutazioni si basano su dati forniti dall’Agenzie del Territorio, ma è stato creato appositamente il Codice delle Valutazioni Immobiliari da Tecnoborsa, in modo tale da fornire una vera e propria formula matematica.

Non tutti conoscono il semplice metodo per calcolare il valore finale di un immobile. Infatti chi compra oppure chi vende, è interessato ad offrire un prezzo giusto nel primo caso, nel secondo invece vuole sapere a quanto fissare il prezzo che può accettare.

A volte alcuni proprietari pretendono di vendere casa ad una cifra esorbitante, rimanendo molto spesso a bocca asciutta. Al contrario chi deve acquistare una casa necessariamente tenta di tirare il prezzo, specialmente se il valore è fuori mercato.

Quando si deve vendere o acquistare casa, oppure nel caso di una divisione coniugale o ereditaria, è fondamentale salvaguardare i propri interessi in modo da fare la cosa giusta.

Il Codice delle Valutazioni Immobiliari è stato creato da Tecnoborsa proprio per facilitare questo compito, poiché mediante una formula matematica si può andare a colpo sicuro sul prezzo giusto.

L’attività che viene svolta per valutare il prezzo di una casa è effettuata da tecnici qualificati, che individuano il patrimonio effettuando la stima di una struttura specifica: un magazzino, un’abitazione, un edificio ed una casa, ad esempio.

Il calcolo del valore di mercato fondamentalmente è semplice, il valutatore dell’agenzia immobiliare utilizza criteri univoci e condivisi nel settore.

Il codice delle valutazioni immobiliari creato da Tecnoborsa, rispetta una semplice formula: il valore di mercato si calcola moltiplicando la superficie commerciale (i metri quadri) per il costo del singolo metro metro quadro in quel dato momento per i coefficienti di merito (conosciuto come fattore di qualità).

Dunque, il calcolo del valore di un immobile è un operazione che si può tentare di svolgere autonomamente, ma è sempre meglio affidarsi a società, come geometraantoniomassari.it, in modo tale da avere la certezza di non sbagliare nessuna variante durante il calcolo.

Inoltre affidandosi ad un esperto del settore sarà possibile valutare al meglio la metratura della casa, se non si è soddisfatti si può sempre richiedere l’opinione di un altro esperto.

Naturalmente non si può pensare di chiedere un cifra esorbitante per una casa che si trova dispersa in aperta campagna, poiché tra tutti i valori utilizzati per effettuare il calcolo è presente anche la visione della posizione geografica della struttura.

Quindi in qualsiasi caso, sia che si venda oppure che si compri casa, è fondamentale avere una cifra sicura da richiedere o da offrire, così da non cadere dalle nuvole al momento dell’atto ed essere pronti per reagire nel modo giusto. Una volta calcolata la cifra giusta, sarà possibile mettere in vendita la casa, oppure comprarla, avendo la certezza di non perdere del denaro in qualsiasi caso.

Come aprire una Partita IVA

Sei un libero professionista pieno di idee e pronto ad iniziare una nuova attività in maniera determinata e con una serie di aspettative per creare la tua realtà professionale e iniziare a lavorare in maniera autonoma? Per raggiungere i tuoi obiettivi è necessario aprire una Partita Iva.

Ma come si fa ad aprirla? Quanto costa? Quali spese bisogna affrontare e quali sono le cose giuste da fare per non commettere errori e iniziare l’attività con il piede giusto? Tanti gli interrogativi per chi decide di compiere i primi passi verso una nuova attività professionale o per aprire una piccola impresa autonoma.

Dal punto di vista commerciale è sempre bene farsi seguire da un buon commercialista che sappia fornire i consigli giusti da seguire e che sia in grado di accompagnare il cliente nel corso della sua attività professionale. In alternativa esistono vari consulenti ed esperti del settore anche online, per fornire consigli giusti e le dritte per addentrarsi nel mondo del fisco ed aprire e gestire una Partita Iva senza problemi.

Non tutti sono a conoscenza dell’iter giusto per aprire una Partita IVA e non tutti sanno che è possibile farlo anche online. Dopo la scelta del codice attività si procede alla registrazione attraverso l’Agenzia delle Entrate, un processo non sempre facile e comprensibile a tutti gli utenti che spesso scelgono di affidarsi ad un esperto del settore per non incorrere in errori procedurali.

Per ottenere consigli pratici e tutte le informazioni, è attivo il sito Fiscozen. Il portale è in grado di gestire il tuo portafoglio clienti o fornitori, di creare e organizzare tutte le fatture, e di ottenere una previsione aggiornata di tutte le tasse e di tutti i pagamenti tramite F24.

L’importanza di gestire attraverso un solo servizio tutti gli adempimenti fiscali nel corso dell’anno con una piattaforma per le fatture, gli F24, i MAV, le dichiarazioni IVA, IMU, e per pianificare tutte le spese e i pagamenti, senza ritardi e senza il rischio di multe o sanzioni.

Nella sezione blog inoltre, vi si trova un’utilissima e approfondita guida pratica che aiuta passo passo nel’apertura di una partita IVA. Dunque sul sito è disponibile tutto quello che serve per muovere i primi passi nel mondo del libero professionismo.

Cosa vedere a Roma: diario di un soggiorno breve

La primavera è alle porte ed è arrivato il momento di organizzare un breve soggiorno di relax, ma anche di cultura e storia. Ma quale meta scegliere per la nostra mini vacanza?

In un paese così ricco di splendide e storiche città, la scelta è sempre un po’ ardua. Ma se si vuole immergersi nella storia e nello splendore di monumenti unici nel loro genere, c’è solo una città da visitare: Roma.

Essa racchiude bellezza, storia e cultura; è chiamata la “Città Eterna” perché in sé è possibile trovare tutta la storia dell’Italia, ma anche dell’intero mondo. E’ possibile visitarla anche in un week-end lungo, tipo venerdì sabato domenica, senza tralasciare nessuna attrazione da vedere e godendosi un bellissimo breve soggiorno di cultura.

Per prima cosa dobbiamo decidere l’itinerario del nostro soggiorno e valutare come suddividere le visite a monumenti e musei in tre giorni. Una volta preparato il piano di viaggio per il nostro breve soggiorno, non basta che fare le valigie, prenotare un albergo e salire sul treno e partire verso la bellissima città Eterna.

Una volta arrivati, ci prepariamo a seguire il nostro itinerario. La prima cosa che ti viene in mente quando pensi a questa città è il Colosseo ed è questa la nostra prima tappa.

Conosciuto anche come l’Anfiteatro Flavio, il Colosseo fu costruito nel 72 d.c. dall’imperatore Vespasiano e completato definitivamente e inaugurato nel 80 d.c. da Tito. Poteva contenere 50.000 spettatori e per 500 anni è stato il teatro degli spettacoli dei gladiatori e delle manifestazioni pubbliche tipiche del periodo romano.  Dal 1980 è parte del Patrimonio del UNESCO e dal 2007 fa parte delle Nuove sette meraviglie del mondo.

La tappa successiva è la Fontana di Trevi. Come non fermarsi nella splendida fontana per lanciare una monetina porta fortuna? Ma non solo. Ammirare il suo splendore è d’obbligo: la divinità Oceano, la conchiglia, i tritoni e i cavallucci marini rappresentati, mostrano quotidianamente la loro maestosità.

Il nostro itinerario prosegue poi per il Foro Romano, antica piazza rettangolare che ospitava il cuore pulsante dell’economia romana nonché accesi dibattiti politici. Se il tempo ce lo permette, possiamo ammirarla al sole e vivere un’esperienza unica.

La prossima tappa del nostro soggiorno vede protagonista Piazza di Spagna. Centotrentacinque scalini vi aspettano e vi posso assicurare che la fatica viene compensata con la bellezza del panorama che potrete vedere una volta in cima. Ai piedi della scalinata un’altro bellissimo monumento vi aspetta: la Barcaccia realizzata da Bernini.

Tra una tappa e l’altra, vi consigliamo di assaggiare i piatti tipici della cucina romana (bucatini all’amatriciana, caccio e pepe, ecc.,) che trovate sicuramente in ogni trattoria e osteria della città.

E’ vero, il soggiorno è breve, ma Roma conta tante bellezze all’aperto che sono possibili da visitare passeggiando tranquillamente per la città: Piazza San Pietro e Città del Vaticano (se vi avanza un pò di tempo andate a visitare i Musei Vaticani), Piazza Navona, Campo dei Fiori, Piazza Venezia e il Vittoriano.

In questo breve soggiorno avrete si camminato tanto, ma goduto di tanta bellezza e tanta storia. Avrete assaggiato piatti tipici di Roma grazie alle tante osterie, ristoranti e trattorie presenti nella città.Un breve viaggio che vi farà arricchire di tanta cultura e storia.

Se vi sembra troppo impegnativo e avete meno tempo, scegliete le tappe che considerate più importanti per voi e dedicateci più tempo, mentre eliminate le altre. Avrete così costruito un interessante piano di viaggio che vi permetterà di vivere appieno Roma e le sue maestose attrazioni. Aiutatevi con il sito Romabbella.com per preparare il vostro itinerario per un breve ma interessante soggiorno a Roma!