Home Aziende Ortodonzia: cos’è e professionisti su Roma

Ortodonzia: cos’è e professionisti su Roma

8 minuti di lettura
0
0
715

Avere un sorriso curato e smagliante è il sogno di tutti noi, dopo tutto si sa il sorriso è il primo biglietto da visita. In alcuni casi avere dei denti compromessi può scaturire un vero e proprio disagio soprattutto quando ci si trova in pubblico, tendendo a nasconderli nel migliore dei modi .Tuttavia forse non tutti sanno che avere dei denti non perfettamente allineati o con delle occlusioni non portano solo ad avere problemi a livello sociale ma possono andare a compromettere la salute dentale, portando a delle conseguenze anche gravi. Fortunatamente l’ortodonzia si rivela una vera e propria arma contro questi piccoli problemi, grazie anche all’evoluzione delle diverse tecniche sempre più all’avanguardia. Ma di cosa si occupa nello specifico l’ortodonzia? Ma soprattutto quando è il caso di intervenire?

– Cos’è l’ortodonzia e di cosa si occupa
L’ortodonzia è una branca dell’odontoiatria la quale si occupa, sostanzialmente, di individuare e correggere tutti quei problemi legati all’alluneamento dei denti. Ma dire che l’ortodonzia si interviene solo nel caso di denti storti è estremamente riduttivo, difatti i motivi perché si rende necessario un intervento ortodontico sono molto più seri e complessi.

L’ortodontista interviene nel momento in cui è necessario riallineare i denti rispetto all’osso su cui sono posizionati, ma ha un ruolo fondamentale anche nel correggere e facilitare la crescita corretta delle ossa della bocca al fine che la bocca possa chiudersi correttamente.

Ciò si rende necessario poiché una bocca che non riesce a chiudersi perfettamente porta a diverse conseguenze su alcune funzioni per noi basilari, come ad esempi ola masticazione, la deglutizione fino ad una corretta fonazione. Tuttavia non sempre dei denti non allineati perfettamente vanno a determinare delle occlusioni della bocca. Infatti nella maggior parte dei casi dei denti storti possono avere dei soli effetti a livello estetico oppure per quanto riguarda la cura dell’igiene orali. Questo perché, ovviamente, quando i denti non sono allineati può risultare alquanto difficile riuscire a pulirli correttamente con lo spazzolino.

È facile a questo punto dedurre che prima si interviene e maggiore è la percentuale di successo dell’intervento, non a caso solitamente le prime visite dall’ortodontista vengono consigliate intorno ai sei anni. In questo modo si va a sfruttare il vantaggio che ci si trova di fronte a delle ossa ancora in fase di crescita e di conseguenza sarà molto più facile intervenire. Ma negli ultimi anni la tendenza sta cambiando, infatti sono sempre di più gli adulti che decidono di affidarsi ad un ortodontista per correggere questi problemi di allineamento, scelta prettamente dovuta per acquisire una maggiore autostima, soprattutto quando ci si trova in pubblico.

– In che modo interviene l’ortodontista?
Le tecniche utilizzate oggi dagli ortodontisti sono tra le più moderne e all’avanguardia le quali permettono di correggere tutte quelle disfunzioni dovute ad uno scorretto allineamento o alla presenza di malocclusioni. Fondamentalmente le tecniche ortodontiche prevedono l’istallazione di un corpo estraneo, comunemente chiamato apparecchio. Ad oggi esistono diversi tipi di apparecchi dentali, infatti a seconda del tipo di trattamento necessario abbiamo:

• Apparecchio dentale fisso: costituito da piccole placche di metallo collegate tra loro da fili di metallo elastici. Questo tipo di apparecchio viene fissato dall’ortodontista con del cemento e può essere rimosso al termine del trattamento.

• Apparecchio dentale mobile o invisibile: a differenza di quello fisso questo tipo di apparecchio può essere messo e rimosso tranquillamente. Solitamente questa tipologia di apparecchio dentale viene applicato ai bambini per favorire l’espansione del palato o correggere alcune anomalie legate alla masticazione.

• Espansore palatale: questo strumento viene solitamente utilizzato dall’ortodontista per correggere problemi legati all’affollamento dentale. Infatti l’espansore palatale va a creare dello spazio in presenza di un palato troppo stretto.

– Differenza tra dentista e ortodontista
Solitamente si usa dire che tutti gli ortodontisti sono dentisti, ma non tutti i dentisti sono ortodontisti. Ed è proprio così, infatti per essere abilitato alla professione di ortodontista è necessaria una specifica specializzazione nonché l’iscrizione all’albo. Di conseguenza si può dire che il dentista rappresenta il primo contatto che il paziente ha nel momento in cui si presenta un problema dentale. Successivamente sarà proprio il dentista a valutare se vi è la necessità di un intervento da parte dell’ortodontista.

Tuttavia ciò che è davvero importante sottolineare è l’importanza di rivolgersi sempre ad un personale altamente specializzato, che sia in grado di offrirvi un servizio eccellente. A tal proposito se siete in cerca di professionisti nella zona di Roma vi consigliamo di dare un’occhiata al sito claudiosantori.net, all’interno del quale potrete trovare tutti i servizi relativi all’ortodonzia a Roma e dalla sua equipe composto da personale altamente specializzato, servizi che vanno dall’ortodonzia all’implantologia, sempre agendo nel massimo della professionalità senza mai trascurare la salute ed il benessere di tutti i pazienti.

Carica di più
Carica di più Redazione
Carica di più Aziende

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche:

Da Roma a Civitavecchia? La risposta è Civitavecchia Shuttle Express

La tratta da Roma a Civitavecchia Quando da Roma occorre spostarsi a Civitavecchia bisogna…